Famiglia, infanzia e adolescenza

Due settimane di congedo per i papà. Quale reazione in Italia?

Pochi giorni fa, una direttiva del Parlamento Europeo ha portato il congedo obbligatorio di paternità a due settimane con l’esplicito scopo di “incoraggiare una più equa ripartizione delle responsabilità di assistenza tra uomini e donne, nonché per consentire un’instaurazione precoce del legame tra padre e figlio”. Annalisa Roselli nell’articolo per Ingenere riflette sulle resistenze culturali e individuali a una misura di questo tipo nel nostro Paese e propone una stima dei costi di un’eventuale applicazione effettiva della direttiva.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.