Altre politiche

Fumo tra i giovani: la raccolta dati in Italia

Global Youth Tobacco Survey (Gyts) ha effettuato la terza raccolta dati sul fumo tra i giovani italiani nell’anno scolastico 2017-2018. L’indagine ha coinvolto 33 scuole secondarie di primo grado e 33 scuole secondarie di secondo grado, per un totale di 1683 questionari compilati. Da un confronto delle tre indagini Gyts (2010, 2014, 2018) emerge che la tendenza all’aumento dell’uso di sigarette osservata nel 2014 sembra essere rientrata nel 2018, merito da attribuire anche all’effetto del D.Lgs. 158/2012 che ha innalzato da 16 a 18 anni l’età minima per la vendita di tabacchi e ha applicato severe sanzioni agli esercenti in caso di violazioni.

Qui la scheda informativa dei risultati in lingua inglese.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.