Famiglia, infanzia e adolescenza

Giovani caregiver, verso una scuola sensibile

391mila ragazzi fra i 15 e i 24 anni si prendono cura sistematicamente di un famigliare disabile, malato cronico o terminale, con dipendenza o patologia psichiatrica, con ripercussioni sul loro percorso scolastico, sul tempo libero, sulle scelte di vita. Il progetto europeo Edy-care ha messo in luce in particolare la condizione degli under18. Ora un protocollo d’intesa firmato da Miur, Cooperativa sociale Anziani e Non Solo (ANS), CARER (Associazione Caregiver Emilia-Romagna) e COMIP (associazione italiana figli di genitori con disturbo psichico) e EUROCARERS (rete di associazioni europee di caregiver) mira a dare ad insegnanti e operatori scolastici gli strumenti per identificare gli studenti caregiver, comprendere la loro situazione e attivare sostegni per prevenire impatti negativi sul loro percorso scolastico.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.