Famiglia, infanzia e adolescenza

I servizi per l’infanzia contro la disparità di genere

Preoccupa il divario occupazionale tra uomini e donne in Italia, pari a 28,3 punti in presenza di un figlio. Se il figlio minore ha meno di 6 anni, solo circa il 52% delle donne lavora: nella UE si tratta di un dato superiore solo a quello ceco (40,9%), slovacco (40,2%) e ungherese (38,6%). Per contrastare il fenomeno è necessario uno sforzo culturale e un potenziamento dell’offerta dei servizi per la prima infanzia tale da superare le attuali disparità territoriali. L’articolo è disponibile su Openpolis.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.