Famiglia, infanzia e adolescenza

Il calo della fecondità, uno sguardo all’Italia e all’Europa

Corrado Bonifazi e Angela Paparusso nell’articolo per Neodemos illustrano alcuni dati sulla fecondità in Europa, sottolineano le differenze tra i vari paesi europei, soffermandosi in particolare sul caso italiano. Tale riflessione risulta particolarmente rilevante se si considera che una fecondità inferiore al livello di sostituzione per un lungo periodo di tempo determina cambiamenti profondi nella struttura per età di una popolazione. Tale soglia si attesta a 2,1 figli per donna nei paesi sviluppati. Quando la fecondità rimane al di sotto di tale soglia viene messa a dura prova la sostenibilità del sistema pensionistico e sanitario ed il funzionamento del mercato del lavoro e del sistema scolastico.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.