Altre politiche

Il Covid-19 è ancora un killer mortale

In alcune Regioni italiane e in molti paesi del mondo la mortalità per Covid-19 è rapidamente aumentata fra luglio e agosto 2021: l’epidemia non è ancora sotto controllo. Su Neodemos Enzo Migliorini fa il punto sull’evoluzione della mortalità attraverso un confronto internazionale basato sulla mortalità mensile specifica per milione di abitanti. Dall’inizio della pandemia fino ad agosto 2021, il Covid-19 ha ucciso in media 2.145 italiani per milione di abitanti, con un minimo in Calabria (683) ed un massimo in Valle d’Aosta (3.769). Il Perù, con 6.098 morti per milione di abitanti, ha registrato il valore più alto di mortalità complessiva. Anche Ungheria, Bosnia-Erzegovina, Repubblica Ceca, Macedonia del Nord e Brasile hanno superato la soglia di 2.500 morti per milione, ma nessuno di questi raggiunge i valori registrati in Italia da Valle d’Aosta, Lombardia e Friuli-Venezia Giulia nei mesi più terribili.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.