Famiglia, infanzia e adolescenza

Il ddl Pillon ignora disuguaglianze di genere e complessità delle relazioni

Larenza e Struffolino su Ingenere intervengono sui limiti del “ddl Pillon” su affido condiviso, mantenimento diretto e garanzia di bi-genitorialità, evidenziando la necessità di considerare le disuguaglianze di genere, all’interno delle coppie e nel mercato del lavoro, e di riconoscere che la gestione di compiti, responsabilità e di tempi da parte dei genitori separati non possa essere interpretata come mera esecuzione di schemi predefiniti per la ripartizione di costi e tempi di cura. Le criticità del ddl erano state sottolineate anche da Chiara Saraceno su welforum.it.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.