Famiglia, infanzia e adolescenza

Il DDL Pillon: lontano dalla realtà familiare italiana

Redattore Sociale riassume il parere dell’Autorità garante per l’infanzia e per l’adolescenza sul DDL Pillon. Il garante mette in discussione il concetto di bi-genitorialità proposto dal decreto, e si esprime negativamente sull’obbligatorietà del percorso di mediazione e sull’introduzione del cosiddetto “mantenimento diretto”, che non farebbe che acuire le disparità economiche tra le due figure genitoriali con conseguenze anche sulla relazione genitori/figli. Sebbene il testo di legge dichiari come obiettivo la realizzazione della parità genitoriale, manca di un’analisi attenta e si pone in contrasto con le interpretazioni della magistratura e con la prassi degli accordi che intervengono in sede di separazione. Sembra ignorare, inoltre, la forte disuguaglianza di genere che ancora caratterizza il nostro paese. Approfondimenti critici di Chiara Saraceno su Welforum e di Patti e Sirena su LaVoce.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.