Altre politiche

Il World Food Programme ha vinto il Nobel per la Pace

“Per i suoi sforzi nel combattere la fame, per il suo contributo nel migliorare le condizioni di vita nelle zone di conflitto e per aver agito come guida nel prevenire l’uso della fame come strumento di guerra”. Questa la motivazione pronunciata il 9 ottobre dal Comitato norvegese mentre assegnava il Nobel per la Pace 2020 al World Food Programme (WFP) dell’ONU. Il WFP, presente in 88 paesi, ha assistito nel 2019 oltre 97 milioni di persone e si prefigge l’obiettivo di eradicare la fame nel mondo entro il 2030. Leggi il focus realizzato dall’Istituto per gli studi di politica internazionale.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.