Altre politiche

La giurisprudenza costituzionale italiana in materia di residenza qualificata e accesso al welfare regionale

Sulla rivista dell’Associazione italiana dei costituzionalisti (AIC) Elena Monticelli affronta il tema dell’evoluzione della giurisprudenza costituzionale italiana in materia di “residenza qualificata”, termine con il quale si fa riferimento all’anzianità di residenza, cercando di individuare le connessioni con una possibile riduzione della garanzia dei diritti sociali. Nel corso degli ultimi anni, il tema delle migrazioni ha reso di estrema attualità la definizione di una residenza qualificata per l’accesso a misure di welfare regionali, divenendo sempre più un elemento di discrimine per il riconoscimento dei diritti sociali tra residenti qualificati e non.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.