Politiche e governo del welfare

La tecnica al servizio di chi?

Ministri tecnici possono essere utili per disegnare interventi ben progettati e per assicurarne l’attuazione, ma anche per mascherare dietro a provvedimenti apparentemente neutrali scelte politiche importanti che per convenienza si preferisce non mettere eccessivamente in luce. Ciò che sta avvenendo in questi giorni, ossia affidare il Piano di Rilancio a ministri tecnici, pone davanti a questo dilemma: sarà il presidente del Consiglio a esprimere la linea politica del Pnrr oppure saranno i tecnici a dettagliarne le misure? Sulla rivista Il Mulino le riflessioni di Gianfranco Viesti.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.