Famiglia, infanzia e adolescenza

Le richieste ai centri anti-violenza nel 2020

L’Istat ha pubblicato un report sulle richieste pervenute ai centri anti-violenza durante la pandemia nel 2020. La convivenza forzata derivante dal lockdown sembra aver aggravato il fenomeno: le chiamate al 1522 sono aumentate del 79,5% rispetto al 2019, con picchi ad aprile (+176,9%) e maggio (+182,2%), e le segnalazioni per il 47,9% denunciano atti di violenza fisica. Il report analizza anche il profilo socio-demografico delle vittime e l’evoluzione della violenza a livello regionale.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.