Famiglia, infanzia e adolescenza

Le scuole nelle aree urbane svantaggiate: quante, dove e perché intervenire?

Le scuole rappresentano un fattore di integrazione e coesione sociale, in particolare, nelle aree più degradate, spesso costituiscono l’unico presidio educativo. L’articolo di Openpolis riporta i dati del Miur sulle scuole collocate in aree urbane svantaggiate nel nostro Paese, sottolineando come queste si trovino maggiormente nelle grandi città e soprattutto al Sud, con le punte più alte a Napoli (11%) e Catania (17%). Infine, il contributo sposta l’attenzione sulla relazione tra le scuole in aree svantaggiate e abbandono scolastico.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.