Migrazioni

L’emergenza continua del sistema di accoglienza italiano

Su La Voce Enrico Di Pasquale e Chiara Tronchin riflettono sulle criticità del sistema di accoglienza del nostro Paese, che non permettono una gestione adeguata del fenomeno migratorio nonostante i numeri dei nuovi arrivi via mare siano più bassi rispetto a quelli registrati in altri periodi. Alla riduzione dell’operatività del sistema Sprar – senza dubbio più efficace del sistema Cas – e alle tempistiche di valutazione delle richieste d’asilo troppo elevate, si aggiungono le criticità portate dal Covid-19 e dal rischio di contagio, chiaramente favorito da sovraffollamento, precarietà e scarsa igiene.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.