Migrazioni

L’Italia non è più un porto sicuro?

Il decreto n. 150 del 7 aprile 2020 definisce l’Italia un porto non più sicuro. Il decreto afferma che, in considerazione della situazione di emergenza Covid-19 e della situazione di criticità dei servizi sanitari regionali, non è possibile assicurare sul territorio italiano la disponibilità di porti sicuri senza compromettere la funzionalità delle strutture nazionali sanitarie, logistiche e di sicurezza dedicate al contenimento dell’emergenza. Di conseguenza, i naufraghi eventualmente salvati da navi non italiane non potranno essere sbarcati nel nostro Paese ma andranno condotti in un porto dello Stato di cui la loro nave batte bandiera. Su Volerelaluna le riflessioni di Francesco Pallante.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.