Altre politiche

Mai più violenze in carcere

I fatti di Santa Maria Capua Vetere, che pochi giorni fa hanno messo in luce le torture perpetrate in modo sistematico e premeditato dagli agenti di polizia penitenziaria nei confronti dei detenuti, hanno aperto una ferita nel tessuto della nostra democrazia. Come tali andranno accertati e sanzionati, presupposto per giungere all’obiettivo più importante: evitare che si ripetano. Su LaVoce Simone Lonati e Carlo Melzi D’Eril riflettono sulla necessità di avviare nuove misure, oltre all’introduzione del reato di tortura, importante risultato che però, a causa della sua non felice formulazione e delle difficoltà di accertamento, da solo non è sufficiente a garantire che siano provati fatti e responsabilità.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.