Persone con disabilità

Manifestazione di volontà nel quadro della Convenzione ONU

Un’ulteriore passo nell’applicazione del dettato della Convenzione ONU sui Diritti delle Persone con Disabilità: una sentenza del Tribunale di Venezia (Sezione Seconda, n. 967/2017 VG) riconosce la possibilità della persona con disabilità di servirsi di tecnologie come i puntatori oculari o i sintetizzatori vocali per manifestare la propria volontà in un atto pubblico. Soddisfazione da parte delle associazioni e della componente professionale.

Vai al collegamento esterno per leggere l’articolo di Arrigo Roveda su Diritto24.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.