Politiche e governo del welfare

Medicina generale, una questione nazionale

La seconda ondata della pandemia Covid-19 ha messo ancora una volta in evidenza la storica arretratezza della medicina di famiglia del nostro sistema sanitario. L’unica eccezione è rappresentata dal Veneto che, pur essendo circondato da territori rossi ed arancioni, continua ad essere zona gialla. In questa Regione, che si trova sotto la soglia di allerta per quanto riguarda i ricoveri in terapia intensiva, i servizi territoriali e la medicina di famiglia – sui quali negli ultimi tempi si sono sviluppate una serie di interessanti ed innovative riflessioni – hanno retto meglio che nel resto d’Italia. Su Salute Internazionale il contributo di Gavino Maciocco.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.