Migrazioni

Migranti a Lipa: dalla tenda-refettorio al social cafè

Grazie ad un progetto di Ipsia-Acli e Caritas Ambrosiana, in collaborazione con Caritas Italiana, i 900 migranti del campo di Lipa, in Bosnia ed Erzegovina, avranno presto una tenda-refettorio dove mangiare e proteggersi dalla nuova ondata di gelo prevista nei Balcani. Appena sarà ultimata la costruzione del refettorio e di altre tre tende (una di servizio, una per l’isolamento della scabbia e una per la moschea), il progetto realizzerà all’interno del campo un social cafè, ossia un luogo di animazione e socializzazione per famiglie e bambini ospiti. Su Agensir la testimonianza della responsabile di progetto Silvia Maraone.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.