Altre politiche

Neet: i giovani italiani primi in Europa

Secondo l’indagine Eurostat del giugno 2019, nel nostro Paese l’incidenza dei Neet nella fascia 20-34 anni raggiunge il 28,9%, posizionando l’Italia al primo posto all’interno dell’Unione Europea (16,5%). Dal punto di vista territoriale si riscontrano differenze molto marcate: la maggior percentuale di Neet si concentrata infatti nel Mezzogiorno (34% vs 15,5% del Nord). Il 10 ottobre Unicef ha presentato la ricerca Il silenzio dei Neet per avviare una riflessione collettiva verso una progettazione comune, con lo scopo di descrivere l’entità del fenomeno nelle tre città italiane oggetto del progetto Neet Equity (Napoli, Taranto e Carbonia), i principali stakeholder, le politiche adottate e i servizi attivati a contrasto del fenomeno.

Approfondisci il progetto sul sito dell’Unicef.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.