Povertà e disuguaglianze

Nota Mlps 14.10.2020: Chiarimenti sulla gestione del RdC al termine dei 18 mesi

Con la Nota Ministeriale n. 7605 del 30 settembre, sono forniti chiarimenti e indicazioni circa la gestione delle attività previste dai Patti per l’Inclusione e dai PUC al termine dei 18 mesi di fruizione del beneficio. Si specifica che i PaIS possono continuare, seppur su base volontaria, anche una volta scaduto il beneficio economico, e possono continuare ad essere spesati sul PON Inclusione o sulla Quota Servizi del Fondo Povertà, mentre i PUC debbono essere sospesi. In questo caso, la copertura assicurativa Inail, applicabile solo ai beneficiari del RdC, sono sarebbe più attiva. Con la Nota successiva n. 8054 del 14 ottobre, il Ministero chiarisce, anche a parziale correzione della nota precedente, che per i casi in cui non si vogliano sospendere le attività dei PUC che siano state avviate in capo ai beneficiari, che pur hanno cessato di percepire il beneficio, è possibile attivare polizze assicurative private per responsabilità civile e danni verso i terzi. I costi relativi potranno anch’essi essere spesati su PON Inclusione e Fondo Povertà.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.