Migrazioni

Oxfam: storie di accoglienza diffusa

Il modello italiano di accoglienza diffusa – che ha permesso fino a oggi di assistere e integrare decine di migliaia di persone in fuga da guerre, persecuzioni e miseria, contenendo allo stesso tempo l’impatto sulle comunità locali – rischia oggi di venire completamente smantellato. A farne le spese non saranno solo migranti e richiedenti asilo […], ma anche migliaia di giovani operatori […] che si ritroveranno senza lavoro”. Nei primi 4 mesi dell’anno infatti oltre 4 mila operatori hanno perso il lavoro, numero che potrebbe arrivare a 15 mila nel corso del 2019. È quanto emerge dal rapporto Oxfam e In Migrazione Invece si può! attraverso le voci di chi sta lavorando in progetti di integrazione e accoglienza. Chi sono gli operatori dei centri di accoglienza? Quali le conseguenze sull’accoglienza generate dalla nuova normativa sulla protezione internazionale?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.