Migrazioni

Perché “aiutiamoli a casa loro” è uno slogan semplicistico

Non sarà un modesto aumento degli aiuti all’Africa a fermare i flussi migratori. Il rapporto tra povertà, sviluppo e migrazioni è più complesso di quanto si pensi e lo slogan “aiutiamoli a casa loro”, tornato alla ribalda nel dibattito pubblico, risulta estremamente superficiale. Maurizio Ambrosini spiega il perché su LaVoce.

Leggi l’articolo.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.