Povertà e disuguaglianze

Perché la presenza di pc nelle scuole non basta da sola

Il mini-report di Fondazione Openpolis, pubblicato il 22 settembre, si incentra sul tema delle disuguaglianze tra inclusi ed esclusi dal processo di digitalizzazione. In Italia tale fenomeno è molto marcato: solo il 56% dei giovani italiani con bassa istruzione raggiunge un livello di competenza digitale di base o superiore, facendo registrare un gap di oltre 30 punti di svantaggio rispetto a chi invece ha ricevuto un’istruzione più alta. In tal senso la scuola digitale ricopre un ruolo decisivo non solo nell’insegnare ai ragazzi a padroneggiare i dispositivi tecnologici, ma anche nel fornire loro gli strumenti cognitivi per potersi affermare nella società del futuro.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.