Migrazioni

Piccoli centri di accoglienza e calo del voto anti-immigrazione

A partire da due studi condotti in Italia e Francia, su LaVoce Matteo Gamalerio, Alessio Romarri e Max Viskanic riflettono sulla correlazione positiva tra la riduzione del numero di rifugiati nei centri di accoglienza e il calo del voto per i partiti anti-immigrazione. Un’accoglienza sviluppata attraverso centri piccoli e diffusi ridurrebbe infatti il consenso per i partiti ostili all’arrivo dei migranti. Al contrario, centri di accoglienza eccessivamente grandi porterebbero a un incremento del voto anti-immigrazione.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.