Migrazioni

RdC e AUU: illogiche discriminazioni nei confronti degli stranieri

In vista dell’elaborazione imminente dei decreti attuativi sull’attuazione dell’Assegno Unico Universale e della riforma in corso sul Reddito di Cittadinanza, diciotto associazioni hanno segnalato al Dipartimento della Famiglia della Presidenza del Consiglio dei Ministri, al Ministero delle Pari Opportunità e al MLPS i principali punti critici che creano trattamenti disuguali tra le persone italiane e straniere nell’accesso alle misure. Rispetto all’AUU viene segnalata la necessità di inserire tra i potenziali beneficiari i titolari di protezione internazionale e di protezione speciale, e di riesaminare il requisito relativo all’esclusione dei figli minori a carico residenti all’estero; rispetto invece al RdC vengono segnalati come critici e da rimuovere il requisito del permesso di soggiorno di lungo periodo e di pregressa residenza decennale.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.