Povertà e disuguaglianze

Reddito di Cittadinanza: il problema è il lavoro povero

Su La Voce Massimo De Minicis e Marco Marucci riflettono sul Reddito di Cittadinanza, e in particolare su coloro che percepiscono la misura avendo un lavoro poco stabile e scarsamente pagato, il cosiddetto lavoro povero. L’analisi dei profili dei beneficiari del RdC, realizzata attraverso l’osservazione degli estratti contributivi, mostra un’ampia diffusione del lavoro povero nel nostro Paese, riferibile non solo a soggetti autonomi o parasubordinati, ma anche a dipendenti o percettori di misure assicurative contro la disoccupazione. Gli autori sottolineano l’importanza di approvare una legge salariale minima per limitare il fenomeno dei working poor e di definire un sistema di ammortizzatori sociali previdenziali-assistenziali più universale, in modo alleggerire il peso del lavoro povero sul RdC.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.