Politiche e governo del welfare

Settore pubblico centrale con la pandemia

Dopo decenni di tagli di bilancio e di riduzione dell’occupazione nella pubblica amministrazione, la pandemia ha ridato un ruolo centrale allo Stato, mettendone in luce il ruolo di coordinamento delle attività di pubblica utilità, di regolamentazione del comportamento dei mercati e di mobilitazione delle risorse. Resta tuttavia il problema dell’arretratezza nella digitalizzazione della pubblica amministrazione, che durante il lockdown ha dovuto sospendere alcuni dei servizi pubblici offerti ai cittadini. Su LaVoce le riflessioni di Daniele Checchi, Alessandra Fenizia e Claudio Lucifora.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.