Famiglia, infanzia e adolescenza

Si può misurare la povertà educativa?

Monica Pratesi, nel suo articolo per il Sole24Ore, illustra il tentativo del Centro Interuniversitario Toscano di misurare la povertà educativa, senza perdere la complessità del fenomeno e ancorandola al territorio. Tramite metodi statistici sofisticati, le dimensioni che compongono la povertà educativa sono state tradotte in numeri, con l’obiettivo di creare delle mappe per orientare l’azione politica. Dalle prima mappe illustrate risulta di fondamentale importanza per la comprensione del fenomeno la disgregazione territoriale.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.