Altre politiche

Sport e integrazione sociale: una relazione a rischio

Su Neodemos Antonio Tintori e Loredana Cerbara propongono alcune considerazioni derivate da una ricerca in corso di pubblicazione condotta dal Centro Nazionale delle Ricerche (CNR) sulla relazione, apparentemente solida, tra sport e integrazione sociale. A discapito delle aspettative, tale rapporto è messo in discussione dagli adolescenti italiani che confuterebbero l’esistenza di una correlazione diretta tra pratica sportiva, interiorizzazione di valori socialmente positivi e abbattimento di pregiudizi e stereotipi sociali. Tanto è che i gruppi sociali più deboli e potenziali vittime di bullismo, come donne e stranieri, ritengono che proprio con lo sport possano generarsi occasioni di esclusione e conflitto. Questo studio mostra quindi la neutralità della pratica sportiva sull’abbattimento dei condizionamenti sociali, confutando così l’idea che lo sport sia di per sé un fatto educativo.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.