Persone con disabilità

Smartworking e disabilità: opportunità da costruire

La pandemia Covid-19 ha portato a sfruttare il potenziale represso del telelavoro e dello smartworking. Mai prima d’ora così tante persone lavoravano da casa. Oltre un terzo degli intervistati al sondaggio europeo online lanciato ad aprile 2020 da Eurofound aveva iniziato il telelavoro a causa della pandemia. Per le persone con disabilità il telelavoro è stato a lungo considerato lo strumento ideale per rimuovere molte delle barriere alla partecipazione al mercato del lavoro. Le persone con disabilità rimangono tuttora fortemente svantaggiate se si considerano le prospettive occupazionali. Oggi si parla di smartworking, con uno sguardo evoluto che contempera le esigenze produttive e l’inclusione sociale. La componente datoriale saprà offrire, nel prossimo futuro, una seconda possibilità su questo piano? L’articolo di Daphne Ahrendt e Valentina Patrini sul sito di Eurofound.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.