Politiche e governo del welfare

Troppo pochi lavoratori nel welfare italiano

I numeri degli occupati nei quattro settori chiave del welfare (istruzione, sanità, servizi sociali e pubblica amministrazione) vedono l’Italia al penultimo posto in Europa, davanti soltanto alla Romania. Nel 2019 nel nostro Paese vi sono 79 lavoratori nei settori sopra citati ogni mille abitanti; nei paesi scandinavi, Germania, Regno Unito e Olanda i lavoratori occupati in tali settori sono più di 130, cioè quasi il doppio. Su LaVoce Emilio Reyneri mette in evidenza non solo come negli ultimi dieci anni, contrariamente a quanto avvenuto negli altri paesi europei, l’Italia non abbia registrato alcun incremento nell’occupazione in questi settori, ma anche come, per adeguarsi alla media europea, servirebbero 2 milioni di lavoratori in più.

Commenti

Penso che i dati sulla Pubbica amministrazione andrebbero quantomeno scorporati e messi in evidenza. Diversamente, non si può avere una chiara rappresentazione del settore

Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.