Famiglia, infanzia e adolescenza

Una legge contro il cyberbullismo

Pubblicata in GU e in vigore a partire dal 18 giugno la legge “Disposizioni a tutela dei minori per la prevenzione ed il contrasto del fenomeno del cyberbullismo”. La legge definisce cosa si intende per cyberbullismo, e individua azioni di prevenzione e contrasto. In particolare saranno implementate in ambito scolastico e territoriale misure educative dei minori, sia vittime sia autori di tali atti, e attività di formazione in materia di sicurezza nell’uso del web. A tal fine la legge stanzia 203.000 euro l’anno per il 2017, 2018 e 2019. Diverse interessanti innovazioni. Ogni scuola individuerà un docente referente in materia. Vi sarà la possibilità per il minore, i genitori o chi esercita la responsabilità genitoriale di inoltrare istanza al gestore del sito web o del social media per l’oscuramento, la rimozione o il blocco dei contenuti definibili come atti di cyberbullismo. Pur in assenza di querela o denuncia sarà possibile l’ammonimento da parte del questore. Infine, un Tavolo tecnico interministeriale presso la Presidenza del Consiglio curerà il coordinamento degli interventi, lo sviluppo di un piano di azione integrato e di un sistema di monitoraggio.