Altre politiche

Via libera al testamento biologico

L’aula del Senato ha approvato, con 180 sì, 71 no e 6 astenuti, il disegno di legge sul testamento biologico che introduce in Italia le Disposizioni Anticipate di Trattamento (DAT), consentendo l’interruzione di nutrizione e idratazione artificiali. È così che nel nostro Paese rifiutare l’accanimento terapeutico diventa un diritto. La legge prevede il diritto al consenso informato (anche per minori ed incapaci, a seconda delle proprie facoltà di comprensione e decisione), il divieto di accanimento terapeutico e di sedazione profonda, l’accompagnamento e il sostegno psicologico del paziente e dei famigliari, e la pianificazione condivisa medico-paziente delle cure.

Approfondisci la notizia su Redattore Sociale.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.