Persone con disabilità

Vivere il Parkinson al tempo del Covid-19: una ricerca UniCatt

Nel corso dell’ultimo anno e mezzo un’elevata percentuale di malati ha avuto difficoltà di accesso alle cure sanitarie a causa dell’impatto della pandemia. Una persona con Parkinson su due si è sentita più sola e ritiene che la qualità della sua vita sia peggiorata. Si tratta di uno dei dati fatti emergere con la ricerca “Vivere il Parkinson al tempo del Covid-19”, promossa dall’Università Cattolica di Milano in collaborazione con la Confederazione Parkinson Italia e il Fresco Parkinson Institute. Sono stati anticipati i risultati dell’indagine basata su 420 questionari raccolti da un campione di persone interessate (età media 68 anni). L’articolo su Superando.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.